glossario

Voce di glossario "M"


--------------------------------------------------------------------------------

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z

Mandatario: esperto iscritto all’Albo dei Consulenti in Proprietà  Industriale e abilitato a svolgere per conto di persone fisiche o giuridiche gli adempimenti previsti dalle norme che regolano i servizi attinenti alla gestione dei titoli di proprietà  industriale, inclusa la rappresentanza presso gli uffici competenti in sede di presentazione della domanda, pagamento delle tasse di rinnovo, etc.

Marchio: titolo di proprietà  industriale che protegge i segni distintivi finalizzati a contraddistinguere i prodotti o servizi di un’impresa dai prodotti e servizi delle altre imprese.

Marchio collettivo: insieme di segni e indicazioni che nel commercio possono servire a definire/garantire l’origine (la provenienza geografica), la natura, o la qualità  di determinati prodotti o servizi. I soggetti che ottengono la registrazione di detti marchi hanno la facoltà  di concedere l’uso dei marchi stessi a produttori o commercianti che evidentemente dovranno, nell’utilizzo, attenersi ad un regolamento specifico.

Marchio comunitario: marchio registrato presso l’OHIM-UAMI conformemente alle condizioni stabilite nei regolamenti sul marchio comunitario, che conferisce al titolare un diritto esclusivo nei 27 Stati membri dell’Unione europea.

Marchio debole: marchio caratterizzato da una capacità  distintiva relativamente bassa, in quanto necessita di un limitato sforzo di astrazione per essere associato al prodotto a cui si riferisce.

Marchio di colore: marchio costituito da una particolare tonalità di colore che funge da segno distintivo. In sede di registrazione della domanda, è necessaria l’indicazione del codice internazionale del colore.

Marchio di fantasia: marchio che utilizza termini privi di significato per indicare un prodotto.

Marchio di forma: marchio costituito dalla forma dei prodotti e dalle loro confezioni.

Marchio espressivo: marchio che richiama il nome del prodotto attraverso nomi o simboli attinenti ad esso.

Marchio figurativo: marchio costituito da elementi grafici o figurativi accompagnati o meno da elementi verbali.

Marchio forte: marchio caratterizzato da una capacità  distintiva relativamente alta, in quanto necessita di un elevato sforzo di astrazione per essere associato al prodotto a cui si riferisce.

Marchio olfattivo: marchio costituito dalla percezione di una particolare fragranza. Sebbene tale particolare categoria di segni distintivi non sia escludibile a priori dalla tutela, la difficoltosa rappresentabilità  grafica del marchio olfattivo pone degli oggettivi problemi quanto alla sua registrabilità.

Marchio sonoro: marchio costituito da un suono utilizzato come segno distintivo. La rappresentabilità  grafica del marchio sonoro non può essere fornita mediante una semplice indicazione della successione delle note, ma deve essere assicurata in maniera precisa e inequivocabile, come tramite un pentagramma diviso in battute, chiave musicale, pause, etc.

Marchio verbale: marchio costituito da lettere o numeri arabi o romani in carattere da stampa normali.

Menzione di riserva: segno utilizzato sulle topografie di prodotti a semiconduttori, composto dal segno “T” racchiuso da un cerchio, dalla data in cui, per la prima volta, la topografia è stata oggetto di sfruttamento commerciale e dal nome del titolare dei diritti sulla topografia, e utilizzato principalmente al fine di informare la collettività  che la topografia contenuta nel prodotto è protetta.

Modello: l’aspetto (tridimensionale), in termini di caratteristiche della forma, della struttura, delle linee, dei contorni, dei colori, dei materiali e dell’ornamento, di un prodotto intero o di una sua parte, dove per prodotto si intende un oggetto industriale o artigianale, eventualmente inclusi i componenti destinati all’assemblaggio per formare il prodotto complesso, gli imballaggi, i simboli grafici, i caratteri topografici e le presentazioni.

Modello di utilità: invenzione, tutelabile per 10 anni al massimo, in cui l’idea inventiva si sostanzia nel fornire a macchine o parti di esse, a strumenti, utensili od oggetti di uso in genere, particolare efficacia o comodità  di applicazione o d'impiego.

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK