Modificare un marchio

Chi può modificare

Qualsiasi richiesta di modifica relativa a domande di registrazione di marchio o a marchi già registrati deve essere prodotta esclusivamente dal titolare o dal suo avente causa, facendo pervenire all’UIBM apposita istanza in bollo: tale istanza può essere trasmessa direttamente  oppure depositata presso una Camera di commercio che provvederà al suo inoltro all’UIBM.
Se lo si desidera, è possibile nominare un agente (mandatario), necessario solo qualora non si abbia un recapito legale in  Italia.

Cosa e come modificare

Il CPI prevede che, prima che l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi abbia provveduto alla concessione del titolo il richiedente ha facoltà di correggere, negli aspetti non sostanziali, la domanda originariamente depositata (art. 172, comma 2). E' quindi possibile in questa fase richiedere modifiche non sostanziali del marchio o di altri elementi contenuti nella domanda come, ad esempio, il domicilio, il cambio della denominazione o della ragione sociale (anche a seguito della cessione della domanda di registrazione del marchio a un altro soggetto). Sono ammesse lievissime modifiche all’immagine del marchio o, nel caso di marchio verbale, modifiche inerenti i caratteri di stampa, la trasformazione di un carattere da maiuscolo in minuscolo o viceversa, le cancellazione parziale degli elementi che compongono il marchio verbale; non sono consentite ulteriori integrazioni del marchio verbale con altre parole o lettere tali da stravolgerne il significato. In sostanza, l’elenco dei prodotti/servizi originariamente depositato può essere limitato o meglio specificato, ma non ampliato.

Se invece si riscontra un errore nel registro dei marchi, è possibile richiedere un’errata corrige con apposita istanza in bollo prodotta esclusivamente dal titolare o dal suo avente causa (pertanto non saranno ritenute accettabili richieste prodotte da soggetti diversi) contenente:

  • nome e contatti della persona che richiede la correzione o rettifica
  • nome della persona che ha chiesto la registrazione (titolare)
  • numero e data della registrazione in questione
  • numero della domanda di registrazione del marchio
  • errore da correggere e indicazione esatta della correzione richiesta
  • luogo dove è riportato l’errore (database UIBM, Bollettino ufficiale, ecc.) Per i marchi già registrati se le modifiche richieste non riguardano errori ma:

- un ampliamento della protezione richiesta (aggiunta di ulteriori classi di prodotti/servizi): è possibile apportare modifiche presentando una nuova domanda di registrazione
- variazioni della titolarità del marchio: si procede con un’istanza di  “trascrizione
- variazioni anagrafiche, rinunce, limitazioni: si procede con un’istanza di  “annotazione”.

 

Quando modificare

Ogni qualvolta il marchio subisce una variazione: non esiste nessun obbligo riguardo la registrazione delle modifiche, ma si tratta piuttosto una scelta di opportunità. Il marchio ha infatti piena protezione così come risulta registrato.

 Inglese2.png English version...

 

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK