Le variazioni della denominazione, sede, forma giuridica del titolare, le variazioni concernenti il mandatario relativamente ai diritti di proprietà industriale concessi / registrati, le sentenze che ne dichiarano la nullità o la decadenza, la decadenza per mancato versamento dei diritti dovuti per il mantenimento in vita nonché l’offerta al pubblico di licenza non esclusiva costituiscono oggetto di annotazione da depositarsi presso la locale Camera di Commercio o presso l’UIBM unitamente a una istanza di annotazione in bollo e al pagamento della tassa di concessione governativa dovuta per la lettera di incarico, ove esistente.

Costituiscono oggetto di annotazione anche le rinunce totali o parziali (per classi e/o prodotti) ai diritti derivanti dalla registrazione di marchio, nonché le limitazioni da apportare alle rivendicazioni di brevetti; in tale caso occorre produrre una dichiarazione in bollo, sottoscritta dal titolare del diritto e registrata presso l’Agenzia delle Entrate; qualora si tratti di brevetti a tale dichiarazione deve aggiungersene un’altra da cui risulti l’inesistenza degli impedimenti alla limitazione delle rivendicazioni previsti dall’art. 79 del decreto legislativo n. 30/2005.

 

 

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK