La tutela penale

Oltre alle possibilità offerte dalla tutela doganale, amministrativa e civile, in alcuni casi è possibile anche sporgere denuncia contro il contraffattore (innanzi alla Procura della Repubblica o i Commissariati di zona) o segnalare la contraffazione alla Guardia di Finanza (che, in presenza di reati, trasmetterà gli atti alla Procura). La contraffazione può, infatti, comportare anche sanzioni di carattere penale (reclusione e/o multa) per il contraffattore. È, infatti, punito chi compie, al fine di trarne profitto (ovvero per realizzare un qualsiasi tipo di vantaggio anche non puramente economico) atti di contraffazione o di alterazione di diritti di proprietà industriale ovvero utilizza marchi, segni distintivi, disegni e modelli, brevetti e modelli di utilità alterati o contraffatti (art. 473 CP). È punito anche chi introduce, mette in circolazione o vende in Italia prodotti con marchi, segni distintivi, alterati o contraffatti (art. 474 CP) e chi introduce, mette in circolazione o vende in Italia prodotti con marchi o segni distintivi idonei a trarre in inganno il cliente sull’origine del prodotto (art. 517 CP). E' punito chi fabbrica e commercia beni realizzati usurpando titoli della Proprietà industriale (517 ter). Inoltre è puntito chi contraffa indicazioni geografiche o denominaizoni d'origine dei prodotti agroalimentari (517 quater). 

Queste le sanzioni previste:

fino a 2 anni di reclusione e 20.000 euro di multa
- per chi detiene per la vendita, pone in vendita o mette altrimenti in circolazione, al fine di trarne profitto, prodotti industriali con marchi o altri segni distintivi contraffatti o alterati (art. 474 CP)
- per chi pone in vendita o mette altrimenti in circolazione opere dell'ingegno o prodotti industriali, con nomi, marchi o segni distintivi atti a indurre in inganno il compratore sull'origine, provenienza o qualità dell'opera o del prodotto (art. 517 CP)

fino a 3 anni di reclusione e 25.000 euro di multa
- per chi contraffà, altera o fa uso di marchi o segni distintivi contraffatti o alterati (art. 473 CP)

 fino a 4 anni di reclusione e 35.000 euro di multa
- per chi contraffà, altera o fa uso di brevetti, disegni o modelli industriali contraffatti o alterati (art. 473 CP)
- per chi introduce in Italia prodotti industriali con marchi o altri segni distintivi contraffatti o alterati (art. 474 CP).

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK