La lettera di diffida - Di fronte alla violazione dei diritti è invece possibile, per prima cosa, mandare una lettera di diffida al presunto contraffattore, informandolo della supposta esistenza di un conflitto fra il titolo di proprietà industriale oggetto di tutela (che sia un marchio, un brevetto, un disegno/modello o altro) e quello da lui usato. Si tratta di una procedura che si rivela efficace soprattutto in caso di violazione non intenzionale, in quanto colui che se ne è reso involontariamente responsabile quasi sempre interrompe tale attività illegittima oppure avvia una negoziazione.

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK