Lecce e Otranto

Si è svolta a Lecce ed Otranto, dal 24 al 26 luglio, la nuova tappa della campagna di sensibilizzazione ed informazione 'Io non voglio il falso', promossa dalla Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione – UIBM e dai Comuni di Lecce e di Otranto, con la partecipazione del Consiglio Nazionale Anticontraffazione. L'iniziativa rientra nelle strategie messe in atto dalla Direzione Generale per sensibilizzare e informare il grande pubblico sui pericoli del mercato del falso, dannoso sia per i singoli, in termini di rischi per la salute, che per l'intero sistema paese, in termini di ricaduta economica, connessioni alla criminalità e distorsione delle corrette dinamiche di mercato.
La campagna è stata presentata il 20 luglio u.s. in una conferenza stampa congiunta presso il Municipio di Lecce - Aula Consiliare di Palazzo Carafa - dal Direttore Generale della Direzione per la Lotta alla Contraffazione del Ministero dello Sviluppo economico, Avv. Loredana Gulino, con la partecipazione del Presidente del Consiglio Nazionale Anticontraffazione, Avv. Daniela Mainini, con il contributo di INDICAM, l'Istituto creato da Centromarca per la lotta alla contraffazione, alla presenza del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, e del sindaco di Otranto, Luciano Cariddi. Nel corso della conferenza stampa sono stati resi noti dal MSE i dati di uno speciale focus sulla contraffazione a livello nazionale e regionale riferiti al triennio 2008-2011, oltre all'esito di una interessante indagine sulla contraffazione realizzata nell'ambito del Protocollo d'Intesa della Direzione Generale con le Associazioni dei Consumatori.

E' stato inoltre siglato un Protocollo d’Intesa fra la Direzione Generale, i Comuni e il Consiglio Nazionale Anticontraffazione che attiverà diverse iniziative, prima fra tutte la campagna di informazione e sensibilizzazione in tema di lotta alla contraffazione e all'abusivismo commerciale che vedrà protagoniste le piazze e il lungomare dei due comuni pugliesi dal 24 al 26 luglio. Nei due comuni, inoltre, la campagna della Direzione Generale prevede azioni mirate nei confronti delle giovani generazioni grazie anche alla distribuzione di materiale informativo realizzato ad hoc per bambini e ragazzi. Importante anche il coinvolgimento delle forze di polizia rispetto ad un fenomeno in costante evoluzione che segue dinamiche precise legate anche al commercio internazionale. La campagna 'Io non voglio il Falso' di Lecce ed Otranto fa seguito alle precedenti campagne realizzate dalla Direzione Generale in altri comuni italiani quali Roma, Frascati, Catania, Milano, nella provincia di Parma, secondo una formula di successo già sperimentata e che ha visto, in tutte le occasioni, una grande partecipazione sia della società civile che delle istituzioni coinvolte.

 

 

 

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK