Archivio Progetti

Di seguito si segnalano alcuni progetti internazionali in materia di proprietà industriale che possono risultare di interesse per le imprese e altri attori economici italiani. Alcuni progetti si sono conclusi:


Innovaccess

 

INNOVACCESS/IPORTA   “Helping your business
access the world of innovation” 

 

 

Si tratta di un’iniziativa di cooperazione in ambito europeo finalizzata a creare un contesto favorevole alla cooperazione tra le Piccole e Medie Imprese nel campo della Proprietà Industriale, con particolare riferimento alle iniziative cross-border, attraverso gli scambi di buone prassi e la realizzazione di azioni congiunte tra gli Uffici nazionali brevetti e marchi degli Stati membri UE.

Altro link utile: http://ec.europa.eu/eaci/ip_en.htm

Sintesi

 

EVLIA – “Making full value of good ideas by leveraging intellectual assets for financing SMEs in SEE (South Eastern Europe)”

EvliaQuesto progetto si prefigge di creare le condizioni quadro per facilitare un mercato unico per la Proprietà Intellettuale e per l’ innovazione nel Sud Est Europa, attraverso lo sviluppo e l’applicazione di metodi condivisi di valorizzazione del patrimonio intellettuale, lo stimolo dell’innovazione e supportando l’imprenditorialità e l’economia della conoscenza per facilitare l’accesso delle PMI e potenziali imprenditori alle risorse finanziarie necessarie per attuare le relative azioni.

Scheda progetto
 (scadenza Ottobre 2014)

 

 

 

CINA.jpg

 

IPR2 –“ EU-China Project on the Protection of Intellectual Property Rights”


IPR2 è un progetto di partenariato tra l'Unione europea e la Repubblica popolare cinese, finanziato congiuntamente e concluso nel 2011. Il suo obiettivo è stato quello di rafforzare il quadro giuridico e legislativo cinese in materia di Proprietà Industriale e favorire, in questo modo, il sistema di protezione dei diritti di proprietà intellettuale e l'accesso alle informazioni in materia di Proprietà intellettuale.

Altro link utile: http://ec.europa.eu/eaci/ip_en.htm

 

 

 

 

Assistance for patenting 7.jpg

 

 

 

Assistance for patenting è un servizio finanziato dalla UE nell’ambito del settimo programma quadro UE di ricerca e sviluppo per offrire assistenza gratuita in materia di brevetti con riferimento a progetti di ricerca. Per la sua importanza, la brevettazione richiede specifiche competenze e professionalità che non sempre sono possedute da ricercatori e imprese. Una volta richiesto il servizio, un esperto spiega le diverse modalità e le procedure da seguire, e assiste i partecipanti al progetto con l’iscrizione e la registrazione del brevetto, e con tutto il quadro normativo di follow-up delle applicazioni.

 

IPscore ipscore.PNG



 

IPscore è un database di Microsoft Access progettato e realizzato dall’Ufficio Brevetti Europeo (EPO) per aiutare a gestire meglio il portafogli dei brevetti.

Si tratta di uno strumento per la valutazione dei brevetti e progetti di sviluppo tecnologico. Esso fornisce una valutazione sia qualitativa che quantitativa, sotto forma di una previsione finanziaria che mostra il valore attuale netto della tecnologia oggetto di valutazione. Inoltre, IPscore produce output in forma di grafici, panoramiche e una relazione per facilitare la comunicazione dei risultati della valutazione.

IPscore è a disposizione degli utenti gratuitamente, al fine di sostenere la strategia brevettuale delle imprese, soprattutto piccole e medie imprese e per indirizzare meglio il volume delle applicazioni, eliminando potenzialmente le “applicazioni" senza valore.

 

CASIP-SMEs asip.png

 

 

 

Il progetto di cooperazione internazionale CASIP-SMEs è stato lanciato dallo Europe Aid Office della Commissione Europea, in linea con il Regional Strategy Paper 2007-2013.  L’idea del Progetto parte da una proposta dalla Camera di Commercio di Venezia nell’ambito del Central Asia Invest Program. Gli obiettivi di questa proposta sono quelli di aumentare l’ “IPR awareness and enforcement” in primo luogo a favore delle PMI attraverso la formazione e l’attivazione di  Business Intermediary Organizations (organizzazioni d’intermediazione- BIOs) situate nella regione dell’Asia centrale, in base ai loro bisogni specifici locali e contribuendo:

  • ad aumentare significativamente la conoscenza dei BIOs circa le materie afferenti alla proprietà intellettuale;
  • ad aumentare la capacità dei BIOs di contribuire alla lotta alla contraffazione;
  • a migliorare la protezione dei diritti di PI per le SMEs attraverso un miglioramento degli “skills” dei BIOs nell’adottare misure per combattere la concorrenza sleale e attraverso l’attuazione delle migliori pratiche italiane ed europee afferenti ai diritti di PI;
  • ad attivare un processo efficace di “Innovation transfer” alle PMI (insieme con le attività di R&S collegate ai centri di ricerca mondiali).

Il Progetto CASIP opera quindi per migliorare  la conoscenza e la qualità del sistema di PI nei paesi del Kagykystan, Uzbekistan,  Kazakhstan, Tagikistan attraverso una scambio di esperienze con l’ Italia, tra le PMI locali, gli intermediari,  le istituzioni locali e gli addetti ai lavori (UN). Sono parte del progetto, oltre a soggetti quali le CCIAA dei paesi elencati, l'Ufficio Nazionale del Tajikistan, Kagykystan, Uzbekistan, Kazakhstan, la CCIAA di  Venezia, UNIONCAMERE Veneto e l'Istituto Henri Tudor del Lussemburgo.

 

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK