L'Osservatorio Europeo sulle Violazioni dei Diritti di Proprietà Intellettuale presso EUIPO (https://euipo.europa.eu/ohimportal/it/web/observatory/home) ha recentemente pubblicato un rapporto di sintesi dei risultati di tutte le ricerche condotte in materia di violazione della proprietà intellettuale, tra cui ricordiamo quella sul valore e la portata del commercio globale di prodotti contraffatti, quella sulla propensione dei singoli paesi ad essere fonte di falsi e quella sul ruolo delle piccole spedizione nel commercio degli stessi prodotti, nonché gli studi settoriali sul costo economico della contraffazione. Tutte le ricerche citate sono aggiornate al secondo trimestre 2019.

In sintesi, a livello UE e in termini aggregati i prodotti contraffatti negli 11 settori monitorati (cosmetici e igiene personale; abbigliamento, calzature e accessori; articoli sportivi; giocattoli e giochi; gioielleria e orologi; borse e valigie; musica registrata; alcolici e vini; prodotti farmaceutici; pesticidi e smartphone) causano annualmente 56 miliardi di perdite di fatturato alle imprese e determinano circa 468.000 posti di lavoro in meno. Relativamente all’Italia, i prodotti contraffatti causano ogni anno 10,5 miliardi di euro di mancati ricavi per le imprese (in termini pro-capite 174 euro) e la perdita di 76.000 posti di lavoro.

Il rapporto – denominato “2019 Status Report on IPR infringement” – si compone di una pubblicazione in inglese e di sintesi, infografiche e comunicati stampa nelle 23 lingue dell’Unione Europea:

 

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK