II Giornata Nazionale Anticontraffazione

Si è tenuta lo scorso 6 dicembre, presso l’Auditorium della Tecnica a Roma, la seconda Giornata Nazionale Anticontraffazione, evento tradizionalmente organizzato da Confindustria con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e fortemente voluto dai promotori- anche in considerazione della particolare congiuntura economica - per creare un momento di riflessione ed informazione sul mercato del falso.
All’evento hanno preso parte i rappresentati delle più autorevoli istituzioni nazionali attive nella lotta alla contraffazione e rappresentanti della società civile, primi fra tutti quelli del mondo imprenditoriale colpiti direttamente dal mercato del falso, oltre che dei consumatori.

Obiettivo primario dell’incontro è stato quello di fornire un quadro esaustivo, a livello nazionale, del fenomeno attraverso due momenti topici: un primo panel, espressamente dedicato a  ‘L'evoluzione del fenomeno e l'impegno per il suo contrasto’ che ha visto il contributo, fra gli altri, di Bruno Buratti del Comando Generale Guardia di Finanza , dell’Avv. Daniela Mainini, Presidente Consiglio Nazionale Anticontraffazione ( CNAC ), di Giuseppe Peleggi, Direttore Generale Agenzia delle Dogane, e di Luca Squeri, Presidente Commissione Sicurezza e Legalità Confcommercio. L’intento era, fra l’altro, di verificare i progressi e lo stato di avanzamento nella lotta al mercato del falso ad un anno dalla prima Giornata Nazionale Anticontraffazione, promossa  il 7 luglio 2010. Il secondo panel si è incentrato sulle politiche a contrasto del mercato del falso e sulle strategie per l’imminente futuro; la tavola rotonda dal focus ‘Le proposte di Confindustria un anno dopo: Risultati e prospettive’ ha visto la partecipazione, fra gli altri, dell’Avv. Loredana Gulino, Direttore Generale della Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione-UIBM del Ministero dello Sviluppo Economico, di Antonio Longo, Presidente Movimento difesa del cittadino, e di  Annibale Pancrazio, Vice Presidente Federalimentare. L’obiettivo è stato rilanciare con forza l’impegno delle istituzioni e degli enti coinvolti nella lotta alla contraffazione per l’attuazione di tutte le misure precedentemente identificate e per la ricerca di nuove ed innovative soluzioni di contrasto.

Apertura dei lavori e conclusioni sono state affidate al vicepresidente di Confindustria, Paolo Zegna, mentre un importante momento è stato riservato, fra le due tavole rotonde, al contributo del presidente della Commissione Parlamentare d’Inchiesta sui fenomeni della contraffazione e dell’abusivismo commerciale, On. Giovanni Fava.

La Giornata ha ottenuto, attraverso i contributi dei relatori, dati interessanti sul fenomeno della contraffazione. Di particolare rilievo il “Report On EU Customs Enforcement of Intellectual Property Rights” che ha evidenziato un’espansione del fenomeno contraffattivo nelle vendite on line: con un aumento dei casi di violazione IPR nei canali postali (da 8.000 a 49.000 nel quadriennio 2007-2010).

La Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione-UIBM del MiSE ed il CNAC hanno allo studio iniziative dirette a contrastare il fenomeno contraffattivo attraverso canali informatici e l’utilizzo del web.

“Una proposta di modifica delle norme riguardanti il commercio elettronico- ha affermato l’Avv. Loredana Gulino nel suo intervento-  è stata inviata agli uffici competenti. È un intervento normativo volto, nelle intenzioni dell’Amministrazione, ad integrare alcune disposizioni già esistenti (d.lgs. n. 70/2003) in materia”.

Il Ministero dello Sviluppo Economico intende riferirsi anche al “Memorandum of Understanding on the sale of Counterfeit Goods over the Internet”, firmato a Bruxelles il 4 maggio 2011, che ha introdotto una serie di misure preventive e proattive rivolte in particolar modo a titolari di diritti e Service provider, in una logica di reciproca collaborazione ed impegno per rafforzare la lotta alla contraffazione.

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK