Chi può registrare

Il naturale titolare di un disegno o modello è il suo creatore. Spetta pertanto a lui richiederne la registrazione. Tuttavia, se il disegno o modello è stato creato da un dipendente di un’impresa  nel quadro del suo contratto di lavoro, cioè nell’ambito delle sue normali mansioni, la legge (art. 38 comma 3 del CPI) stabilisce che il disegno o modello ed i diritti che ne scaturiscono appartengono al datore di lavoro, salvo restante il diritto per il dipendente di fare inserire il suo nome nell’attestato di registrazione e di essere riconosciuto come autore.
Se un disegno è stato creato da un disegnatore esterno all’impresa nel quadro di un contratto con l’impresa, i diritti sull’opera spettano all’impresa che l’ha commissionata. In tale ipotesi, infatti, si ritiene che il disegno o modello sia stato prodotto per l’uso di chi lo ha commissionato che, di conseguenza, ne è il titolare. Per prevenire possibili equivoci in materia di titolarità del disegno o modello, è bene inserire clausole specifiche nel contratto stipulato con il disegnatore. E’ opportuno, anche, prevedere nel contratto i riferimenti alla possibile tutela offerta dalle norme sul diritto d’autore.

L'UIBM comunque non verifica l'esattezza della designazione dell'inventore o dell'autore, nè la legittimazione del richiedente. Si presume che il richiedente sia titolare del diritto alla registrazione del disegno/modello e sia legittimato a esercitarlo.

Il richiedente la registrazione di un disegno/modello - direttamente o tramite un proprio rappresentante - deve eleggere un domicilio in Italia.

Rappresentanza
Nessuno è tenuto a farsi rappresentare da un mandatario e/o avvocato; tuttavia se si sceglie questa possibilità, il rappresentante deve soddisfare obbligatoriamente i seguenti requisiti:

  • essere un consulente in proprietà industriale iscritto al proprio Albo professionale ed abilitato ad agire dinanzi all'Ufficio italiano brevetti e marchi;
  • essere un avvocato iscritto nel relativo Albo Professionale.

Le persone fisiche e giuridiche (ditte e/o imprese) possono agire anche per mezzo di un loro dipendente anche se non abilitato. Il dipendente non deve necessariamente essere iscritto all’Albo dei mandatari abilitati, ma può occuparsi soltanto delle domande di disegno o modello e delle questioni riguardanti esclusivamente l’azienda dalla quale dipende.
Il conferimento dell’incarico deve avvenire sempre per iscritto e può essere fatto attraverso una lettera d’incarico specifica oppure in forma di procura generale; l’incarico deve essere sottoscritto dal richiedente e controfirmato dall'incaricato.
La lettera d'incarico può riguardare una o più domande (singola o multipla) e deve contenere obbligatoriamente l’indicazione delle privative cui si riferisce. Essa è valida limitatamente ai rapporti con l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi. La lettera d'incarico è soggetta all’imposta di bollo (16,00 euro) e va scritta su carta semplice di formato A4 senza alcuna legalizzazione o autenticazione. In caso di lettera d’incarico multipla è facoltà del rappresentante indicare in ogni domanda successiva alla prima gli estremi di deposito del documento originale.
La procura generale può essere fatta per atto pubblico o per scrittura privata. Nel qual caso la firma del mandante deve essere accertata da un notaio. La procura generale è soggetta alla registrazione ed all’imposta di bollo di 16,00 euro. L'atto di procura generale, a corredo di una domanda di disegno o modello, da facoltà al rappresentante di presentare successivamente domanda per altri diritti di protezione a nome e nell'interesse dello stesso mandante. Il rappresentante potrà produrre successivamente una copia in carta semplice, della stessa procura generale, oppure una dichiarazione, scritta in carta semplice, con la quale faccia riferimento alla procura generale già prodotta. Tale atto vale per ogni procedimento di fronte all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK