Disegni e modelli comunitari

Il disegno o modello comunitario conferisce al suo titolare un diritto valevole in tutti gli Stati dell’Unione Europea in quanto produce gli stessi effetti di una registrazione effettuata direttamente nei Paesi membri. Non solo, a fronte dell’adesione, in futuro, di nuovi Paesi all’Unione Europea, la protezione dei disegni e modelli sarà estesa anche a tali Paesi senza che sia richiesto di adempiere ad alcuna formalità, sia da parte del richiedente o titolare sia da parte dell’UAMI, l'Ufficio per l'Armonizzazione del Mercato Interno, competente per la registrazione comunitaria dei marchi, disegni e modelli, con sede ad Alicante, in Spagna.

Le regole relative all’oggetto della registrazione, ai requisiti di validità del titolo, alla nullità coincidono con quelle che disciplinano i disegni e modelli nazionali. Anche la durata della registrazione è identica: 5 anni, prorogabile fino a 25.

Un disegnatore (o il successivo titolare di un disegno o modello) può richiedere la protezione entro un anno dal momento in cui ha divulgato per la prima volta un disegno o modello, senza che le sue divulgazioni pregiudichino la registrazione. Il requisito di novità del disegno o modello non verrà meno per il periodo di un anno dalla prima divulgazione. In questo modo, il titolare ha la possibilità di valutare se depositare successivamente la richiesta di protezione per il disegno o modello. Il periodo di tolleranza della divulgazione risulta particolarmente utile per le piccole imprese, poiché spesso queste non dispongono del denaro necessario per finanziare la registrazione sistematica di disegni e modelli, il cui successo o insuccesso sul mercato è incerto.

La normativa comunitaria prevede una speciale tutela anche dei disegni o modelli comunitari non registrati. Infatti, l’autore del disegno o modello comunitario non registrato, ma che presenti i requisiti per una valida registrazione, ha su di esso un diritto di esclusiva per un periodo di tre anni dalla data della prima divulgazione al pubblico nella Comunità. A differenza di un disegno o modello comunitario registrato, non è necessario depositare una domanda per proteggere un disegno o modello non registrato. Questa semplicità ha tuttavia un suo lato negativo, poiché il titolare del disegno o modello comunitario non registrato può incontrare serie difficoltà pratiche per provare la sussistenza della protezione.

La domanda di registrazione di un disegno o modello comunitario, redatta in una delle cinque lingue ufficiali di lavoro (francese, inglese, italiano, spagnolo e tedesco) sugli appositi moduli, deve essere depositata presso la sede dell’UAMI, di persona, via fax, per posta, per corriere, in modalità elettronica (e-filing), oppure presso l’Ufficio Italiano brevetti e marchi di Roma. Il richiedente dovrà allegare la rappresentazione grafica del disegno o modello, che può essere costituita da un disegno o da una fotografia e pagare le tasse prescritte. Con una stessa domanda può essere richiesta la protezione per più disegni o modelli (modello multiplo – nessun limite massimo), purché questi appartengano alla medesima classe della classificazione internazionale dei disegni e modelli.

Per avere informazioni sempre agggiornate sulle modalità di presentazione delle domande, sul pagamento delle tasse e sulla procedura di registrazione, è opportuno collegarsi al sito UAMI.
 

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK