COMUNICAZIONI COMUNI  SULL'INTERPRETAZIONE DEI TITOLI DELLE CLASSI E MODIFICA DELLE MODALITÀ DI ELENCAZIONE DEI PRODOTTI E SERVIZI NELLE DOMANDE DI MARCHIO ITALIANO 

 

A seguito della sentenza della Corte di Giustizia Europea “IP TRANSLATOR” e degli approfondimenti effettuati dall'EUIPO in collaborazione con gli Uffici nazionali europei, si sono stabiliti dei criteri di armonizzazione nell'uso e nell'interpretazione dei Titoli delle Classi della Classificazione di Nizza e nelle modalità di elencazione dei prodotti e servizi.

Nella Comunicazione Comune n.1, pubblicata in data 3 maggio 2013 (ultimo aggiornamento il 24 Settembre 2016), si è stabilito che le indicazioni contenute nel titolo della classe non coprono automaticamente tutta la lista dei prodotti e dei servizi di quella classe, ma sono interpretate nel loro senso letterale. L’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, a partire dal 20 Maggio 2014, accetta al deposito della domanda di marchio italiano l’elencazione puntuale e dettagliata dei prodotti e servizi richiesti.

L’ultimo aggiornamento della Comunicazione Comune n.1 del 24 Settembre 2016 recepisce le modifiche introdotte dal Regolamento sul marchio dell'Unione europea (CE) n. 207/2009 in vigore dal 23 marzo 2016 ossia la versione consolidata che integra tutti gli emendamenti, apportati fino al 23/03/2016, che interessano il regolamento iniziale, compresi quelli introdotti dal Regolamento (UE) 2015/2424 divenuti applicabili sin dalla data di entrata in vigore.

Nella Comunicazione Comune n.2, pubblicata in data 20 novembre 2013 (ultimo aggiornamento il 28 Ottobre 2015), sono individuate 5 indicazioni dei prodotti o servizi utilizzate nei titoli delle classi che necessitano di essere meglio specificate in quanto sono giudicate troppo vaghe e non soddisfano i requisiti di chiarezza e precisione enunciati nella suddetta sentenza della Corte di Giustizia. Pertanto l’uso di tali termini, se non accompagnato da specifiche, sarà oggetto di rilievo da parte dell’Ufficio.

L’ultimo aggiornamento della Comunicazione Comune n.2 del 28 Ottobre 2015, recepisce i risultati ottenuti dalla riunione del Comitato degli esperti sulla Classificazione di Nizza per la 10° edizione della Classifica di Nizza in vigore dal 1 Gennaio 2016 – NCL2016.

La Comunicazione Comune n.3, pubblicata il 20 febbraio 2014, illustra i criteri in base ai quali viene stabilito se le indicazioni utilizzate nei titoli delle classi dei prodotti/servizi sono sufficientemente chiare e precise. L’allegato a tale Comunicazione fornisce criteri comuni ed esempi concreti per assicurare la chiarezza e precisione delle dizioni utilizzate nell'elencazione dei prodotti e servizi.

 

 

Inglese2.png  English version...

 

In allegato le precedenti Comunicazioni UAMI:                                                                                                                                            

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK