Banche dati

Uno strumento di grande valore che le aziende hanno a disposizione al fine di pianificare la loro strategia commerciale è costituito dalle informazioni in materia brevettuale, una fonte unica per accedere a informazioni tecniche riservate. La maggior parte delle invenzioni più importanti sono rese pubbliche per la prima volta solo quando il brevetto o la domanda di brevetto vengono pubblicati. Così, molto spesso, brevetti e domande di brevetti pubblicate forniscono utili informazioni circa lo stato della ricerca e le innovazioni, addirittura prima che il relativo prodotto venga commercializzato. Le ricerche sui brevetti dovrebbero essere parte fondamentale della attività di ricerca e di sviluppo di una società.
Oltre a verificare la brevettabilità di un’invenzione, una ricerca tempestiva ed efficace delle banche dati dei brevetti è infatti in grado di fornire informazioni e conoscenze estremamente utili circa:

  • le attività di ricerca e sviluppo di attuali e futuri concorrenti
  • le attuali tendenze in un certo campo della tecnologia
  • le tecnologie per la concessione o l’ottenimento di licenze d’uso
  • i potenziali fornitori, partner commerciali o gruppi di ricercatori
  • le potenziali posizioni di mercato nel proprio Paese ed all’estero
  • i brevetti disponibili attualmente, al fine di assicurarsi che il vostro prodotto non sia in violazione degli stessi (libertà di operare)
  • i brevetti connessi che siano venuti a scadere e la relativa tecnologia ormai di dominio pubblico
  • i possibili nuovi sviluppi basati sulle attuali tecnologie innovative.

 

Depositi nazionali titoli PI

La banca dati nazionale raccoglie le informazioni relative alle domande depositate, consentendo di effettuare ricerche in materia di brevetti, marchi, disegni e altri titoli di Proprietà Industriale.

L’aggiornamento della base dati del sito avviene periodicamente, e contiene:

  • a partire dal 1 gennaio 1980 i depositi per: Marchi, Brevetti per invenzioni, Modelii di utilità, Disegni, Traduzioni
  • a partire dal 1 ottobre 1989 i depositi per: Nuove varietà vegetali, Certificati di protezione complementari per i medicamenti, Certificati di protezione complementari per fitosanitari, Nuove topografie per semiconduttori
  • a partire dal 1 gennaio 1996 i depositi per: Trascrizioni e Annotazioni

Il motore di ricerca della banca dati risponde mediamente a circa 30.000 interrogazioni giornaliere. La ricerca può essere effettuata per codice, data, provincia, testo, titolare, classe ed è possibile combinare più criteri nella “Ricerca avanzata”.

Accedi al servizio

 

Database dei brevetti italiani

La Direzione generale Lotta alla Contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi rende disponibile via web, per la prima volta in Italia, la documentazione brevettuale nazionale. Il database dei brevetti italiani, accessibile tramite il link http://brevettidb.uibm.gov.it/è dotato di un motore di ricerca google like, e contiene una prima collezione documentale di 22.000 brevetti concessi, riferibili a domande italiane depositate dal 1° luglio 2008.

 

Patiris

Patiris è un repository on-line che mira a stabilire un osservatorio permanente sulla brevettazione delle Università e dei Centri di Ricerca pubblici in Italia, al fine di promuovere e agevolare il trasferimento dei risultati della ricerca pubblica alla produzione e al mercato. Patiris consente infatti, alle imprese in primo luogo, un rapido accesso e una facile consultazione della produzione brevettuale delle Università e dei Centri di Ricerca pubblici italiani, attraverso un sistema di aggregazione di fonti ufficiali e un’architettura aperta a modifiche e contributi.

 

Invenzioni biotecnologiche e Life Sciences

La banca dati nazionale contiene le domande di brevetto per invenzione industriale, depositate dal 1° luglio 2008, classificate come biotecnologiche o Life Sciences; consente, tramite l’estrazione di informazioni e dati salienti, di elaborare statistiche specifiche del settore e di effettuare ricerche per anno, classe IPC, provincia di deposito.

 

Bollettini CCP - CCPF

La sezione ospita il Bollettino dei Certificati Complementari di Protezione (CCP) e il Bollettino dei Certificati Complementari di Protezione Fitosanitari (CCPF), a partire da ottobre 2006. 

 

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK