Ha avuto oggi avvio la campagna di comunicazione sui social media del progetto Fakeshare, che mira a promuovere, tramite Facebook e Twitter il video realizzato nell'ambito del progetto cofinanziato dalla Commissione Europea.

L'obiettivo è quello di sensibilizzare i consumatori sui rischi per la salute derivanti dall'acquisto farmaci on-line da soggetti non autorizzati, in relazione alla diffusione di prodotti falsificati o contraffatti: una questione sulla quale persiste una scarsa consapevolezza dei possibili pericoli. E' estremamente importante intervenire su questo tema, soprattutto da quando, presto, sarà consentita la vendita di farmaci su internet in molti Stati membri, tra cui l'Italia.

Tra le iniziative avviate nel corso del progetto Fakeshare, è stata sviluppata una piattaforma web che consiste di uno spazio pubblico, accessibile ai consumatori, dove periodicamente vengono pubblicati approfondimenti sul tema dei farmaci on-line, e un’area riservata, un database di ricerca di e-farmacie illegali, progettato e strutturato come strumento per sostenere le attività svolte dalle forze di polizia.

Al progetto, lanciato da AIFA nel 2013, partecipano le Agenzie spagnola e portoghese (AEMPS e Infarmed), le Università di Roma (La Sapienza, Facoltà di Psicologia) e Trento (Facoltà di Giurisprudenza), il Ministero dello Sviluppo Economico e altri partner italiani ed europei.

 

Per saperne di più: 

Link al sito http://www.fakeshare.eu

INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK